fbpx


Pavimenti sismici

Il rischio sismico impone al progettista di prevedere distacchi strutturali importanti, spesso dell’ordine di diverse decine di centimetri.  Ne consegue la necessità di prevedere sistemi che coprano efficacemente queste distanze e contemporaneamente assicurino la compensazione di elevati movimenti, valutati secondo l’analisi dinamica e le specifiche attribuite dalla normativa ai diversi livelli di movimento ( Stati Limite operativi e ultimi).

I giunti per pavimenti sismici Tecno K Giunti 

Le serie di punta Tecno K Giunti sono: K SISM, K UP,  K MALL

Sistema K SISM: giunti di dilatazione a pavimento fino a 600 mm di ampiezza. I vari modelli si differenziano principalmente per la capacità di compensazione del movimento. Tutti i sistemi prevedono lo scavalcamento del giunto tramite una vaschetta centrale in lamiera zincata che viene riempita dalla pavimentazione e lasciano in vista due guarnizioni simmetriche di diversa larghezza al fine di compensare appunto diversi livelli di movimento.  In questa logica possiamo parlare di serie K SISM …M 20/25/40/50/100.   In questo modo, anche a fronte di larghezza di giunti a riposo considerevoli l’aspetto estetico del sistema è per quanto possibile salvaguardato.

Sistema K UP: nella stessa logica del K SISM, si pone in questo caso la massima attenzione al minimo impatto estetico in condizioni di esercizio.  In caso di forti movimenti sismici la vaschetta centrale subisce un movimento oscillante in direzione verticale(pop up), ricollocandosi in posizione originale al termine del sisma.  Per giunti fino ad 1 ml di ampiezza

Sistema K MALL: declinazione completamente metallica della serie K SISM.  Ne segue la filosofia guida base, ma la struttura, compresa quella, in vista, è completamente metallica Per giunti fino a 600 mm e movimenti fino a +/-100 mm.